PRESENTATO A TRIESTE IL PROGETTO EUROPEO COME-IN DI ACCESSIBILITA' AI MUSEI

Si è svolta all’Hotel Savoia di Trieste, la presentazione al pubblico e agli operatori del settore, del Progetto Europeo Come-In, per una piena accessibilità ai Musei. Il Progetto, finanziato nell’ambito dell’ Interreg Europa Centrale, con un budget di 2.724,487,50 €, è partito un anno fa e si concluderà il 30 giugno 2019. Partner principale è l’Iniziativa Centro Europea con sede a Trieste, che opera in stretta collaborazione con la Consulta Regionale delle Associazioni di Persone Disabili e delle loro Famiglie del FVG, la Direzione Regionale Cultura Sport e Solidarietà, l’Enaip FVG, i Civici Musei e le Gallerie di Storia ed Arte di Udine, e altri partners Europei di Slovenia, Croazia, Austria, Germania, Polonia e Belgio. Scopo del Progetto è la realizzazione di una completa accessibilità alle raccolte museali e alle collezioni d’arte, soprattutto di medie e piccole dimensioni, attraverso la redazione di linee guida e formazione al personale, per includere alla fruizione delle opere, tutte le persone, anche chi fino ad oggi, a causa di disabilità motorie, sensoriali o psichiche, non può visitare i percorsi culturali. Un problema che non si ferma all’abbattimento delle barriere architettoniche, ma arriva alla creazione di percorsi dedicati, tattili e olfattivi, grazie al supporto di personale adeguatamente formato. Presenti all’evento numerose personalità del mondo politico, dall’eurodeputato Marco Zullo, ai consiglieri regionali, Franco Codega, Franco Rotelli, Roberto Novelli e Andrea Ussai, che, assieme agli assessori all’Assistenza di Trieste, Carlo Grilli e Muggia, Luca Gandini, hanno salutato i lavori del progetto come un ottimo passo in avanti verso la vera inclusione. Nell’arco della mattinata, due le relazioni illustrate al pubblico, quella della Project Manager del Lead Partner InCe, Anna Marconato, intitolata “Musei: verso l’accessibilità” e quella di Elena Bulfone, Project Manager del Partner Consulta Regionale delle Associazioni delle Persone Disabili del FVG, in merito alle linee guida del Progetto. In apertura e in chiusura dell’incontro, Il Presidente della Consulta Regionale, Vincenzo Zoccano, ha voluto sottolineare l’importanza di un lavoro come questo che si spinge oltre alla disabilità per l’inclusione di tutti, senza distinzione alcuna. La manifestazione ha inoltre previsto alcuni momenti musicali e di poesia, grazie alla splendida esecuzione di alcuni brani da parte della Camerata Strumentale Italiana, Ambasciatrice della Consulta e diretta dal Maestro Fabrizio Ficiur, e dalla lettura di alcune poesia dell’autore friulano Pierluigi Cappello da parte dell’interprete Francesco Cevaro.

Immagine: